top of page
Portfolio
MAX BANNER.jpg

MAX GAZZÈ ALCHEMAYA

Imaginarium Creative Studio firma le illustrazioni di ALCHEMAYA, l’opera “sintonica” di MAX GAZZÈ.

Dalla grafica di copertina e del booklet del doppio cd e del triplo vinile (Universal Music), alle animazioni per la comunicazione social, passando per  disegni e la programmazione del videogame dedicato, arrivando al videoclip ufficiale del brano sanremese, i concetti esoterici di questa opera inedita, suonata con la Bohemian Symphony Orchestra di Praga, diretta dal Maestro Clemente Ferrari, sono i protagonisti di una storia visiva work in progress che accompagna il pubblico all’interno di questa incredibile narrazione che affronta temi di storia, filosofia, mitologia, fisica quantistica ed esoterismo.  Un racconto misterioso e fantastico, in parte storico, in parte filosofico, in parte mitologico, sull’origine ed evoluzione del mondo e dell’uomo, disegnato attraverso un appassionante viaggio tra classica, elettronica e avanguardia.

LE ILLUSTRAZIONI PER BOOKLET E LIBRETTO

12 sono i gruppi di illustrazioni ideate per il libretto di Alchemaya. Realizzate a pennarello su carta, riassumono in immagini il concetto vitale che è alla base dell’intera opera scritta da Max e Francesco Gazze’, e fungono da ponte di lettura tra la complessità dei temi affrontati e un pubblico fortemente eterogeneo che assiste alla messa in scena per la prima volta.

Schermata 2023-05-16 alle 16.11.38.png

IL VIDEOCLIP DE LA LEGGENDA DI CRISTALDA E PIZZOMUNNO

d1467780-fd90-48b1-8c57-c7421a75dfe4.jpg

Un video interamente realizzato da Imaginarium, per il brano portato in gara a Sanremo 2018, tra l’iconografia di Yellow Submarine dei Beatles e la psichedelia di Monty Python e Terry Gilliam: è stato definito dai media “un piccolo gioiello di animazione” che riprende le illustrazioni oniriche di tutto il progetto Alchemaya.

In questo racconto racconto animato ci si immerge in un universo marino bizzarro e delizioso tra code di sirene e tritoni, in cui si mischiano surrealismo e pop art. I disegni richiamano il mondo iconico di Yellow Submarine e il lavoro visionario che Terry Gilliam ha portato avanti negli anni con i Monty Python per la creazione di sketch e sigle, ma convivono felicemente anche un certo gusto scenografico di Federico Fellini, il simbolismo di Salvador Dalì e i collage surrealisti degli anni ’30 di Max Ernst.

Tra colori, linee ondulate, psichedelica e musica sinfonica, l’incedere di una barchetta di carta traghetta lo spettatore per tutto il brano attraverso le ‘maree’ delle diverse tavole pittoriche, fino al ricongiungimento di Cristalda e Pizzomunno.

Il video del brano è disponibile sul canale ufficiale Vevo di Max Gazzè

ALCHEMAYA IL VIDEOGAME

Alchemaya – Il videogame è quello che è scritto nel suo nome, un gioco, ma è soprattutto una vera e propria performance di pop art senza precedenti!

Per la prima volta in assoluto, infatti, un musicista italiano è protagonista di un videogioco, capace di trascinare il pubblico in un viaggio epico e fantastico tra astronavi aliene, dinosauri e simboli esoterici. Ideato, disegnato e sviluppato da Imaginarium Creative Studio, su soggetto di Francesco Gazzè, questo videogame rappresenta un ulteriore svolgimento del concept di Alchemaya l’opera sintonica: in questo anno, le illustrazioni realizzate a pennarello per la grafica del disco e del libretto di sala hanno continuato a stimolare idee, dando vita a 4 psichedelici e avventurosi livelli, a cui si aggiungeranno in seguito, tramite aggiornamento, quelli finali, di chiusura del gioco.

SINOSSI

Il pubblico, che può accedere gratuitamente al videogioco cliccando su questo LINK, coinvolto in questa missione tra le stelle, deve aiutare Max a recuperare più oro possibile da consegnare agli Anunnaki, alieni buoni che intercettano l’uomo per arricchirlo e migliorarlo geneticamente, combattendo i dinosauri contrari alla sua evoluzione.